L'U.O.C. di Neuropsichiatria Infantile (NPI) si occupa della diagnosi, trattamento, assistenza e follow-up di bambini ed adolescenti affetti da malattie neuropsichiatriche e in particolare da patologie di tipo psichiatrico in fase di acuzie

In reparto di Neuropsichiatria Infantile a Padova si effettuano circa 80 ricoveri psichiatrici di minori annui, questo significa uno ogni 4 giorni, con trend crescente, e circa 2000 prestazioni specialistiche per ricoverati e non.

Un numero sempre più considerevole di bambini e adolescenti con disturbo psichico necessita di accedere a cure altamente specializzate, che possono essere fornite solo in regime di ricovero. In Italia le statistiche riportano un aumento generale dei ricoveri psichiatrici di bambini e adolescenti:  dal 2014 al 2018 il ricovero per acuzie psichiatriche è aumentato costantemente e in modo notevole, arrivando ad un maggioramento del 50%.

La Fondazione Salus Pueri dal 2019 si impegna a sostenere il reparto di Neuropsichiatria Infantile attraverso le seguenti azioni:

  • Campagne di informazione e sensibilizzazione sull’importanza del reparto e sulle patologie neuropsichiatriche in età infantile
  • Sostegno a figure professionali specializzate
  • Corsi di formazione teorici e pratici per specialisti
  • Acquisto di strumenti utili al lavoro d’équipe

RISULTATI RAGGIUNTI

Con i fondi raccolti attraverso la maratona di Padova siamo riusciti a compiere un piccolo grande passo per la realizzazione del progetto “La Stanza dell’Ascolto”. La Fondazione ha utilizzato i fondi raccolti per consolidare la squadra del reparto di Neuropsichiatria Infantile con il potenziamento di due incarichi di formazione e supporto assistenziale.

L’ascolto ha bisogno di personale altamente specializzato e preparato che sia pronto a comprendere, attraverso un’assistenza continua, le difficoltà del paziente: poter contare sulla presenza fissa di medici specialisti NPI è essenziale in un contesto ospedaliero.

Investire i fondi raccolti per potenziare l’équipe che si occupa della fase di valutazione, supporto e terapia dei pazienti ricoverati presso il reparto, come anche investire sulla formazione continua e l’aggiornamento del personale per lo sviluppo di competenze comunicative, relazionali ed empatiche,  è stata e sarà in futuro una necessità primaria.

Related Projects