Il sale: che cos ‘è e dove si trova

Il sale: che cos ‘è e dove si trova

Il sale (cloruro di sodio) è la principale fonte di sodio nella dieta italiana. Il sodio è un elemento che svolge importanti funzioni nell’organismo, tra cui la regolazione dell’acqua corporea e la pressione arteriosa.

Gli alimenti particolarmente ricchi in sale sono: affettati e salumi in genere, formaggi (anche quelli freschi) e derivati del latte (preferire all’interno di questa categoria, i cibi a minor contenuto di sodio come yogurt, giuncata, mozzarella, ricotta), prodotti da forno salati in superficie, prodotti in salamoia o conservati sotto sale, frattaglie, molluschi e crostacei in genere, cibi essiccati o affumicati (lardo, lingua salmistrata, pancetta, salsiccia, wurstel, acciughe/aringhe sotto sale, baccalà/merluzzo secco, salmone affumicato e in salamoia, stoccafisso secco, tonno in salamoia, carne/pesce/ortaggi/frutta conservati in scatola), prodotti tipo lupini/mandorle/nocciole salati, capperi/cetrioli/olive in salamoia, crackers salati, estratti di carne e vegetali, glutammato di sodio per brodo, spezie essiccate (tipo aglio, cipolla, prezzemolo, sedano essiccati). Il sale (presente in piccole quantità negli alimenti non trasformati) e‘ utilizzato nelle tecnologie alimentari come conservante. Conferisce il sapore salato, migliora le qualità organolettiche in quanto esalta il gusto e corregge aromi non gradevoli. Pertanto il contenuto di sale negli alimenti puo‘ essere altamente variabile.